Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
Ultimo Urlo - non visibile
OperServ

Anope 1.7.14.1032 - OperServ

    | NickServ | ChanServ | OperServ | MemoServ | HostServ | BotServ |

    • HELP
       Comandi di OperServ:
      
      
    • GLOBAL
       Sintassi: /msg OperServ  GLOBAL messaggio
       
       Permette agli IrcOp di inviare un messaggio a tutti
       gli utenti della rete. Il messaggio sarà inviato
       dal nick OperServ.
      
      
    • STATS
       Sintassi: /msg OperServ  STATS [AKILL | ALL | RESET]
       
       Senza nessuna opzione, mostra il numero attuale di utenti
       e di IrcOp online (Services esclusi), il numero massimo
       di utenti online da quando i Services sono up, e il tempo
       passato da quando i Services sono stati avviati.
       
       Con l'opzione AKILL, mostra la dimensione attuale della
       lista AKILL e la durata di default delle nuove AKILL.
       
       L'opzione ALL è disponibile solo ai Services admin, e
       mostra informazioni sull'utilizzo di memoria dei Services.
       Usare questa opzione può bloccare i Services per un breve
       periodo di tempo sulle grandi reti.
       
       L'opzione RESET imposta il numero massimo di utenti
       registrato al numero degli utenti connessi attualmente
       alla rete.
       
       UPTIME può essere usato come sinonimo di STATS.
      
      
    • OPER
       Sintassi: /msg OperServ  OPER ADD nick
                 OPER DEL {nick | numero | lista}
                 OPER LIST [mask | lista]
                 OPER CLEAR
       
       Permette ai Services admin di aggiungere o rimuovere dei nick
       alla/dalla lista dei Services operator. Un utente il cui nick
       è nella lista dei Services operator e che si è identificato
       con OperServ avrà accesso ai comandi utilizzabili dai Services
       operator.
       
       Il comando OPER ADD aggiunge il nick specificato alla lista
       dei Services operator.
       
       Il comando OPER DEL rimuove il nick specificato dalla lista
       dei Services operator. Se viene indicata un numero o una lista,
       vengono rimossi i record corrispondenti (si veda l'esempio di
       LIST).
       
       Il comando OPER LIST mostra la lista dei Services operator.
       Se viene usata una wildcard per la mask, solo i record che
       corrispondono alla mask vengono mostrati. Se viene specificata
       una lista di numeri, solo quei record vengono mostrati.
       Ad esempio:
       
          OPER LIST 2-5,7-9
             Mostra i record relativi ai Services operator che hanno
             numeri da 2 a 5 e da 7 a 9 (escluso il 6).
             
       Il comando OPER CLEAR svuota la lista dei Services operator.
       
       Qualsiasi IrcOp può usare il comando OPER LIST.
       Tutte le altre opzioni sono limitate ai Services admin.
      
      
    • ADMIN
       Sintassi: /msg OperServ  ADMIN ADD nick
                 ADMIN DEL {nick | numero | lista}
                 ADMIN LIST [mask | lista]
                 ADMIN CLEAR
       
       Permette al super-user (root) dei Services di aggiungere o
       rimuovere dei nick dalla/alla lista dei Services admin. Un
       utente il cui nick è nella lista dei Services operator e che
       si è identificato con OperServ avrà accesso ai comandi utilizzabili
       dai Services admin.
       
       Il comando ADMIN ADD aggiunge il nick specificato alla lista
       dei Services admin.
       
       Il comando ADMIN DEL rimuove il nick specificato dalla lista
       dei Services admin. Se viene indicata un numero o una lista,
       vengono rimossi i record corrispondenti (si veda l'esempio di
       LIST).
       
       Il comando ADMIN LIST mostra la lista dei Services admin.
       Se viene usata una wildcard per la mask, solo i record che
       corrispondono alla mask vengono mostrati. Se viene specificata
       una lista di numeri, solo quei record vengono mostrati.
       Ad esempio:
       
          ADMIN LIST 2-5,7-9
             Mostra i record relativi ai Services admin che hanno
             numeri da 2 a 5 e da 7 a 9 (escluso il 6).
             
       Il comando ADMIN CLEAR svuota la lista dei Services admin.
       
       Qualsiasi IrcOp può usare il comando ADMIN LIST.
       Tutte le altre opzioni sono limitate al Services root.
      
      
    • IGNORE
       Sintassi: /msg OperServ  IGNORE {ADD|DEL|LIST} [tempo] [nick]
      
       Permette ai Services Admin di impostare i Services affinché
       ignorino un utente per un certo tempo o fino al prossimo
       riavvio. Il tempo, di default, è in secondi; si possono
       specificare differenti unità. Unità valide sono:
       s per secondi, m per minuti, h per ore e
       d per giorni. Le combinazioni di queste unità non sono
       permesse. Per far sì che i Services ignorino l'utente in
       maniera permanente, è possibile usare 0 come tempo.
      
      
    • MODE
       Sintassi: /msg OperServ  MODE canale modi
       
       Permette ai Services operator di impostare modi di canale
       per qualsiasi canale. I parametri sono gli stessi utilizzati
       con il comando /MODE standard.
       
       Limitato ai Services operator.
      
      
    • UMODE
       Sintassi: /msg OperServ  UMODE nick modi
       
       Permette ai Services Admin di impostare i modi per
       qualsiasi utente. I parametri sono gli stessi del
       comando /MODE standard.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • OLINE
       Sintassi: /msg OperServ  OLINE nick flag
       
       Permette ai Services admin di impostare le Operflag
       per qualsiasi utente. Le flag devono essere introdotte
       da "+" o "-". Per rimuovere tutte le flag, è sufficiente
       usare "-" senza altri parametri.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • CLEARMODES
       Sintassi: /msg OperServ  CLEARMODES canale [ALL]
       
       Annulla tutti i modi binari (i,k,l,m,n,p,s,t) e i ban
       dal canale specificato. Se viene indicato ALL, verranno
       rimossi anche gli op e i voice (modi +o e +v).
       
       Limitato ai Services operator.
      
      
    • KICK
       Sintassi: /msg OperServ  KICK canale utente motivo
       
       Permette agli IrcOp di kickare un utente da qualsiasi
       canale. I parametri sono gli stessi del comando /KICK
       standard. Il messaggio di kick conterrà all'inizio il
       il nick dell'IrcOp che invia il comando, ad esempio:
       
       *** Spammer has been kicked off channel #canale by OperServ (OperNick (motivo))
       
       Limitato ai Services operator.
      
      
    • AKILL
       Sintassi: /msg OperServ  AKILL ADD [+durata] mask motivo
                 AKILL DEL {mask | numero | lista}
                 AKILL LIST [mask | lista]
                 AKILL VIEW [mask | lista]
                 AKILL CLEAR
       
       Permette ai Services operator di manipolare la lista AKILL.
       Se un utente che si trova nella lista AKILL cerca di connettersi,
       i Services manderanno un KILL per quell'utente e, se supportato,
       indicheranno a tutti i server di aggiugnere una K:line per la
       mask che corrispondeva all'utente.
       
       AKILL ADD aggiunge la mask [email protected] specificata alla lista
       AKILL per il motivo specificato (che deve essere indicato).
       durata  è specifcato come un intero seguito da una lettera,
       che può essere d (giorni), h (ore), o m (minuti). Le
       combinazioni (ad esempio 1h30m) non sono permesse. Se non
       viene specificata una unità, il valore viene inteso in giorni
       (quindi +30 significa 30 giorni). Per aggiungere una AKILL
       senza scadenza, bisogna usare +0. Se la usermask indicata
       inizia con un +, la durata deve essere indicata esplicitamente,
       anche se è la stessa di default. La durata di default per le
       AKILL può essere trovata con il comando STATS AKILL.
       
       Il comando AKILL DEL rimuove la mask specificata dalla lista
       AKILL, se è presente. Se viene indicata una lista di numeri,
       verrano rimossi i record corrispondenti (vedi l'esempio di
       LIST).
       
       Il comando AKILL LIST mostra la lista AKILL. Se viene usata
       una wildcard nella mask, solo i record che corrispondono alla
       mask vengono mostrati. Se viene indicata una lista di numeri,
       soltanto quei record vengono mostrati, ad esempio:
       
          AKILL LIST 2-5,7-9
             Mostra i record della lista AKILL che hanno numeri da 2
             a 5 e da 7 a 9.
       
       AKILL VIEW mostra più informazioni di AKILL LIST, e indica
       chi ha aggiunto una AKILL, quando è stata aggiunta, e quando
       scade, oltre alla mask [email protected] e al motivo.
       
       AKILL CLEAR svuota la lista AKILL.
       
       Limitato ai Services operator.
       
      
    • SGLINE
       Sintassi: /msg OperServ  SGLINE ADD [+durata] mask:motivo
                 SGLINE DEL {mask | numero | lista}
                 SGLINE LIST [mask | lista]
                 SGLINE VIEW [mask | lista]
                 SGLINE CLEAR
       
       Permette ai Services operator di manipolare la lista SGLINE.
       Se un utente che si trova nella lista SGLINE cerca di connettersi,
       i Services non gli permetterano di proseguire la sua sessione
       su IRC.
       
       SGLINE ADD aggiunge la mask di realname specificata alla lista
       sgline per il motivo specificato (che deve essere indicato).
       durata  è specifcato come un intero seguito da una lettera,
       che può essere d (giorni), h (ore), o m (minuti). Le
       combinazioni (ad esempio 1h30m) non sono permesse. Se non
       viene specificata una unità, il valore viene inteso in giorni
       (quindi +30 significa 30 giorni). Per aggiungere una SGLINE
       senza scadenza, bisogna usare +0. Se la usermask indicata
       inizia con un +, la durata deve essere indicata esplicitamente,
       anche se è la stessa di default. La durata di default per le
       SGLINE può essere trovata con il comando STATS AKILL.
       Nota: poiché la mask di realname può contenere spazi, il
       separatore tra la mask e il motivo è un duepunti.
       
       Il comando SGLINE DEL rimuove la mask specificata dalla lista
       SGLINE, se è presente. Se viene indicata una lista di numeri,
       verrano rimossi i record corrispondenti (vedi l'esempio di
       LIST).
       
       Il comando SGLINE LIST mostra la lista SGLINE. Se viene usata
       una wildcard nella mask, solo i record che corrispondono alla
       mask vengono mostrati. Se viene indicata una lista di numeri,
       soltanto quei record vengono mostrati, ad esempio:
       
          SGLINE LIST 2-5,7-9
             Mostra i record della lista SGLINE che hanno numeri da 2
             a 5 e da 7 a 9.
       
       SGLINE VIEW mostra più informazioni di SGLINE LIST, e indica
       chi ha aggiunto una SGLINE, quando è stata aggiunta, e quando
       scade, oltre alla mask di realname e al motivo.
       
       SGLINE CLEAR svuota la lista SGLINE.
       
       Limitato ai Services operator.
      
      
    • SQLINE
       Sintassi: /msg OperServ  SQLINE ADD [+durata] mask motivo
                 SQLINE DEL {mask | numero | lista}
                 SQLINE LIST [mask | lista]
                 SQLINE VIEW [mask | lista]
                 SQLINE CLEAR
       
       Permette ai Services operator di manipolare la lista SQLINE.
       Se un utente il cui nick si trova nella lista SQLINE cerca di,
       connettersi, i Services non gli permetterano di proseguire la
       sua sessione su IRC.
       
       Se il primo carattere della mask è #, i Services bloccheranno
       l'uso dei canali corrispondenti (sugli IRCd che supportano
       questa funzione).
       
       SQLINE ADD aggiunge la mask di realname specificata alla lista
       sgline per il motivo specificato (che deve essere indicato).
       durata  è specifcato come un intero seguito da una lettera,
       che può essere d (giorni), h (ore), o m (minuti). Le
       combinazioni (ad esempio 1h30m) non sono permesse. Se non
       viene specificata una unità, il valore viene inteso in giorni
       (quindi +30 significa 30 giorni). Per aggiungere una SQLINE
       senza scadenza, bisogna usare +0. Se la usermask indicata
       inizia con un +, la durata deve essere indicata esplicitamente,
       anche se è la stessa di default. La durata di default per le
       SQLINE può essere trovata con il comando STATS AKILL.
       
       Il comando SqLINE DEL rimuove la mask specificata dalla lista
       SqLINE, se è presente. Se viene indicata una lista di numeri,
       verrano rimossi i record corrispondenti (vedi l'esempio di
       LIST).
       
       Il comando SQLINE LIST mostra la lista SQLINE. Se viene usata
       una wildcard nella mask, solo i record che corrispondono alla
       mask vengono mostrati. Se viene indicata una lista di numeri,
       soltanto quei record vengono mostrati, ad esempio:
       
          SQLINE LIST 2-5,7-9
             Mostra i record della lista SQLINE che hanno numeri da 2
             a 5 e da 7 a 9.
             
       SQLINE VIEW mostra più informazioni di SQLINE LIST, e indica
       chi ha aggiunto una SQLINE, quando è stata aggiunta, e quando
       scade, oltre alla mask e al motivo.
       
       SQLINE CLEAR svuota la lista SQLINE.
       
       Limitato ai Services operator.
      
      
    • SZLINE
       Sintassi: /msg OperServ  SZLINE ADD [+durata] mask motivo
                 SZLINE DEL {mask | numero | lista}
                 SZLINE LIST [mask | lista]
                 SZLINE VIEW [mask | lista]
                 SZLINE CLEAR
       
       Permette ai Services operator di manipolare la lista SZLINE.
       Se un utente il cui IP si trova nella lista SGLINE cerca di
       connettersi, i Services non gli permetterano di proseguire
       la sua sessione su IRC (sia che l'IP abbia un host alfa-
       numerico corrispondente o meno).
       
       SZLINE ADD aggiunge la mask di IP specificata alla lista
       sgline per il motivo specificato (che deve essere indicato).
       durata  è specifcato come un intero seguito da una lettera,
       che può essere d (giorni), h (ore), o m (minuti). Le
       combinazioni (ad esempio 1h30m) non sono permesse. Se non
       viene specificata una unità, il valore viene inteso in giorni
       (quindi +30 significa 30 giorni). Per aggiungere una SZLINE
       senza scadenza, bisogna usare +0. Se la usermask indicata
       inizia con un +, la durata deve essere indicata esplicitamente,
       anche se è la stessa di default. La durata di default per le
       SZLINE può essere trovata con il comando STATS AKILL.
       
       Il comando SZLINE DEL rimuove la mask specificata dalla lista
       SZLINE, se è presente. Se viene indicata una lista di numeri,
       verrano rimossi i record corrispondenti (vedi l'esempio di
       LIST).
       
       Il comando SZLINE LIST mostra la lista SZLINE. Se viene usata
       una wildcard nella mask, solo i record che corrispondono alla
       mask vengono mostrati. Se viene indicata una lista di numeri,
       soltanto quei record vengono mostrati, ad esempio:
       
          SZLINE LIST 2-5,7-9
             Mostra i record della lista SZLINE che hanno numeri da 2
             a 5 e da 7 a 9.
       
       SZLINE VIEW mostra più informazioni di SZLINE LIST, e indica
       chi ha aggiunto una SZLINE, quando è stata aggiunta, e quando
       scade, oltre alla mask di realname e al motivo.
       
       SZLINE CLEAR svuota la lista SZLINE.
       
       Limitato ai Services operator.
      
      
    • SET
       Sintassi: /msg OperServ  SET opzione impostazione
       
       Imposta varie opzioni globali dei Services. Le opzioni
       configurabili sono:
           READONLY   Imposta la modalità read-only o read-write
           LOGCHAN    Riporta i messaggi di log in un canale
           DEBUG      Attiva o disattiva la modalità di debug
           NOEXPIRE   Attiva o disattiva la modalità no expire
           SUPERADMIN Attiva o disattiva la modalità SuperAdmin
           SQL   	 Attiva o disattiva la modalità sql
           IGNORE     Attiva o disattiva la modalità ignore
           LIST       Elenca le opzioni
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • SET READONLY
       Sintassi: /msg OperServ  SET READONLY {ON | OFF}
       
       Attiva o disattiva la modalità read-only. In modalità
       read-only, gli utenti normali non potranno modificare
       nessuna informazione nei database dei Services, incluse
       le liste di accesso dei nick e dei canali, eccetera.
       Gli IrcOp con sufficienti privilegi sui Services potranno
       modificare le liste AKILL e deregistrare (drop) o bloccare
       (forbid) i nick e i canali, ma questi cambiamenti non
       verrano salvati, a meno che la modalità read-only non sia
       disattivata prima che i Services vengano terminati oppure
       riavviati.
       
       Questa opzione è equivalente all'opzione di riga di comando
       -readonly.
      
      
    • SET LOGCHAN
       Sintassi: /msg OperServ  SET LOGCHAN {ON | OFF}
      
       Se impostata su on, questa opzione fa scrivere i log dei services
       in un canale specificato oltre che al log file. LogChannel dev'essere
       definito nel file di configurazione dei services per permettere a
       questa opzione di funzionare.
      
       Nota: Potrebbero esserci problemi di sicurezza se il canale non
       viene impostato con restrizioni adeguate.
      
      
    • SET DEBUG
       Sintassi: /msg OperServ  SET DEBUG {ON | OFF | numero}
       
       Attiva o disattiva la modalità di debug. In modalità di
       debug, tutti i dati inviati e ricevuti dai Services,
       nonché altri messaggi di debug, saranno scritti nel file
       di log. Se viene specificato un numero, la modalità
       di debug sarà attivata, e il livello di debug sarà
       impostato a numero.
       
       Questa opzione è equivalente all'opzione di riga di comando
       -debug.
       
      
    • SET LIST
       Sintassi: /msg OperServ  SET LIST
      
       Mostra le varie impostazioni di OperServ
      
      
    • SET NOEXPIRE
       Sintassi: /msg OperServ  SET NOEXPIRE {ON | OFF}
       
       Attiva o disattiva la modalità no expire. In modalità
       no expire, i nick, i canali, le akill e le eccezioni
       non scadranno fino a quando l'opzione non viene disattivata.
       
       Questa opzione è equivalente all'opzione di riga di comando
       -noexpire.
      
      
    • SET SQL
       Sintassi: /msg OperServ  SET SQL {ON | OFF}
      
       Questa impostazione abilita o disabilita l'utilizzo di SQL da parte
       di Anope. Da usare nel caso che il server SQL diventa irraggiungibile
       mentre i services stanno lavorando.
      
      
    • SET SUPERADMIN
       Sintassi: /msg OperServ  SET SUPERADMIN {ON | OFF}
      
       Questa impostazione aumenterà i privilegi dell'admin che
       la richiede, e permetterà ad esempio di essere fondatore
       su tutti i canali, ecc.
       
       Questa opzione NON è persistente, e dovrebbe essere usata
       solo quando necessario, e reimpostata a OFF al più presto.
      
      
    • NOOP
       Sintassi: /msg OperServ  NOOP SET server
                 NOOP REVOKE server
       
       NOOP SET rimuove tutte le O:line del server specificato
       e killa tutti gli IrcOp presenti su quel server, in modo che
       non possano effettuare un rehash del server, in quanto questo
       ne annullerebbe l'effetto.
       
       NOOP REVOKE ripristina tutte le O:line presenti sul
       server specificato.
       
       Nota: il formato del server specificato non è controllato
       dai Services prima dell'esecuzione del comando.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • JUPE
       Sintassi: /msg OperServ  JUPE server [motivo]
       
       Fa sì che i Services blocchino un server, creando un server
       "fasullo" connesso ai Services per evitare che il server reale
       possa connettersi alla rete. Questo blocco può essere rimosso
       utilizzando il comando standard SQUIT. Se viene indicato
       un motivo, questo sarà utilizzato nel campo delle informazioni
       del server; altrimenti, le informazioni conterranno il testo
       "Juped by ", indicando il nick della persona che ha
       bloccato il server.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • RAW
       Sintassi: /msg OperServ  RAW testo
       
       Invia una stringa di testo direttamente al server a cui sono
       connessi i Services. Questo comando è utilizzabile in maniera
       limitata, e può causare danni enormi alla struttura della
       rete se usato in maniera impropria.
       L'USO DI QUESTO COMANDO DEVE ESSERE EVITATO a meno che non
       si sappia esattamente cosa si sta facendo!
       
       Limitato ai Services admins.
      
      
    • UPDATE
       Sintassi: /msg OperServ  UPDATE
       
       Forza la scrittura su disco immediata dei database dei
       Services nello stesso istante in cui il comando viene
       inviato.
       
       Limitato ai Services admins.
       
      
    • RELOAD
       Sintassi: /msg OperServ  RELOAD
       
       Rilegge il file di configurazione dei Services. Alcune
       impostazioni contenute nel file richiedono il riavvio
       effettivo dei Services per essere attivate (ad esempio
       il cambio dei nick dei Services, l'attivazione della
       limitazione delle sessioni, eccetera).
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • QUIT
       Sintassi: /msg OperServ  QUIT
       
       Termina immediatamente i Services senza salvarne i
       databaase. Questo comando non deve mai essere usato,
       se non in caso di danni alla copia in memoria dei
       database, per evitare che la copia danneggiata venga
       salvata.
       Per terminare normalmente i Services, deve essere
       usato il comando SHUTDOWN.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • SHUTDOWN
       Sintassi: /msg OperServ  SHUTDOWN
       
       Salva i database su disco e termina i Services.
       
       Limitato ai Services admins.
      
      
    • RESTART
       Sintassi: /msg OperServ  RESTART
       
       Salva i database su disco e riavvia i Services.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • KILLCLONES
       Sintassi: /msg OperServ  KILLCLONES nick
       
       Killa tutti gli utenti che hanno lo stesso host di nick.
       Una AKILL temporanea, nel formato *@host, viene aggiunta
       in modo da evitare che i client killati si riconnettano
       immediatamente. Viene inoltre inviato un wallop per indicare
       chi ha usato il comando, a quale host era rivolto e quanti
       utenti sono stati killati. Questo comando è utile per
       rimuovere numerosi cloni dalla rete.
       
       Limitato ai Services operator.
       
      
    • CHANLIST
       Sintassi: /msg OperServ  CHANLIST [{pattern | nick} [SECRET]]
       
       Mostra tutti i canali attivi sulla rete, che siano registrati
       o meno.
       
       Se viene indicato un pattern mostra solo i canali corrispondenti.
       Se viene indicato un nick, mostra solo i canali in cui si trova
       l'utente specificato.
       Se viene indicato SECRET, mostra solo i canali che corrisponodno a
       pattern e che hanno il modo di canale +s o +p attivo.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • USERLIST
       Sintassi: /msg OperServ  USERLIST [{pattern | canale} [INVISIBLE]]
       
       Mostra tutti gli utenti connessi alla rete, che siano registrati
       o meno.
       
       Se viene indicato un pattern mostra solo gli utenti corrispondenti
       (il pattern deve essere nel formato [email protected]).
       Se viene indicato un canale, mostra solo gli utenti che si trovano
       su quel canale.
       Se viene indicato INVISIBLE, mostra solo gli utenti con il modo
       utente +i attivo.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • EXCEPTION
       Sintassi: /msg OperServ  EXCEPTION ADD [+durata] mask limite motivo
                 EXCEPTION DEL {mask | lista}
                 EXCEPTION MOVE num posizione
                 EXCEPTION LIST [mask | lista]
                 EXCEPTION VIEW [mask | lista]
       
       Permette ai Services admin di manipolare la lista degli host
       che hanno limiti di sessione specifici, in modo da permettere
       ad alcune macchine, come ad esempio ai server di shell, di
       avere un numero di client maggiore di quello di default.
       Quando un host raggiunge il suo limite di sessioni, tutti i
       client che cercano di connettersi da quell'host verranno
       disconnessi (killati). Prima che l'utente venga killato,
       viene inviato un /NOTICE da OperServ per fornire delle informazioni
       sulla limitazione delle sessioni. Il contenuto di questo notice
       è impostato nel file di configurazione.
       
       EXCEPTION ADD aggiunge la hostmask specificata alla lista delle
       eccezioni. Bisogna tenere presente che le mask [email protected]
       e and [email protected] non sono valide. Soltanto le vere mask di host,
       come ad esempio box.host.dom e *.host.dom, sono permesse,
       poiché la limitazione delle sessioni non tiene conto del nick e
       degli username (ident). limite deve essere un numero maggiore o
       uguale a zero. Questo valore indica quante sessioni contemporanee
       sono permesse a quell'host. Se viene indicato il limite 0, l'host
       non ha limite di sessioni. Guarda l'help del comando AKILL per
       i dettagli sul formato del parametro opzionale durata.
       EXCEPTION DEL rimuove la mask specificata dalla lista delle
       eccezioni.
       EXCEPTION MOVE sposta l'eccezione num alla posizione posizione.
       Le eccezioni che si trovano in mezzo saranno spostate in alto o in
       basso per riempire il vuoto.
       EXCEPTION LIST e EXCEPTION VIEW mostrano tutte le eccezioni
       attuali; se viene specificata la mask opzionale, la lista è limitata
       alle eccezioni che corrispondono alla maschera. La differenza è
       che EXCEPTION VIEW fornisce maggiori informazioni, visualizzando
       il nome della persona che ha aggiunto l'eccezione, il suo limite di
       sessioni, il motivo, la host mask e la data di scadenza.
       
       Bisogna tener conto che un client che si connette "userà" la prima
       eccezione che corrisponde al loro host. Liste di eccezioni molto
       grandi ed mask generiche possono degradare la funzionalità dei
       Services.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • SESSION
       Sintassi: /msg OperServ  SESSION LIST soglia
                 SESSION VIEW host
       
       Permette ai Services admins di visualizzare la lista delle sessioni.
       
       SESSION LIST mostra gli host con almeno threshold sessioni.
       La soglia deve essere un numero maggiore di 1, in modo da evitare
       la visualizzazione accidentale di un gran numero di host con una
       sola sessione.
       SESSION VIEW mostra informazioni dettagliate su un host specifico,
       incluso il conteggio attuale delle sessioni e del limite delle stesse.
       Il valore host non può includere wildcards.
       
       Guarda l'help del comando EXCEPTION per maggiori informazioni
       sulla limitazione delle sessioni e come configurare limiti specifici
       per determinati host o gruppi di host.
       
       Limitato ai Services admin.
      
      
    • CHANKILL
       Sintassi: /msg OperServ  CHANKILL [+scadenza] canale motivo
      
       Imposta un AKILL per tutti i nick presenti nel canale specificato.
       Utilizza l'intero e completo [email protected] per ogni nick,
       in seguito imposta l'AKILL. 
      
      
      
    • DEFCON
       Sintassi: /msg OperServ  DEFCON [1|2|3|4|5]
      
       Il sistema defcon può essere utilizzato per implementare un insieme
       di restrizioni dei servizi predefinite, utili durante un tentativo
       d'attacco sul network.
      
      
    • DEFCON AKILL NEW CLIENTS
       * AKILL tutti i nuovi client che si collegano
      
    • DEFCON FORCE CHAN MODES
       * Forza l'impostazione dei modi canale (OperServ) su tutti i canali
      
    • DEFCON NO MLOCK CHANGE
       * Nessune modifiche ad MLOCK
      
    • DEFCON NO NEW CHANNELS
       * Nessuna nuova registrazione di canali
      
    • DEFCON NO NEW CLIENTS
       * Killa tutti i NUOVI client che si collegano
      
    • DEFCON NO NEW MEMOS
       * Niente nuovi memo inviati
      
    • DEFCON NO NEW NICKS
       * Nessuna nuova registrazione di nick
      
    • DEFCON ONLY
       * Ignora tutti i non-opers con messaggio
      
    • DEFCON REDUCE SESSION
       * Usa il limite di sessioni ridotto a 
      
    • DEFCON SILENT ONLY
       * Ignora silenziosamente i non-opers
      
    • LOGGED
       Nota: Tutti i comandi inviati a OperServ sono loggati!
      
      
    • MODINFO
       Sintassi: /msg OperServ  MODINFO NomeFile
      
       Questo comando elenca informazioni sul modulo caricato specificato
      
       Limitato ai Services Root.
      
      
    • MODLIST
       Sintassi: /msg OperServ  MODLIST
      
       Elenca tutti i moduli attualmente caricati.
      
       Limitato ai Services Root.
      
      
      
      
      
    • MODLOAD
       Sintassi: /msg OperServ  MODLOAD NomeFile
      
       Questo comando carica il modulo chiamato NomeFile dalla cartella
       modules.
      
       Limitato ai Services Root.
      
      
    • MODUNLOAD
       Sintassi: /msg OperServ  MODUNLOAD NomeFile
      
       Questo comando rimuove il modulo chiamato NomeFile dalla cartella
       modules.
      
       Limitato ai Services Root.
      
      
    • SVSNICK
       Sintassi: /msg OperServ  SVSNICK nick nuovonick
       
       Forza il cambio del nickname di un utente da nick a newnick.
       
       Limitato ai Services admin
      
      
 

MKPortal ©2003-2006 mkportal.it
Pagina generata in 0.02334 secondi con 13 query